Leggendo #244 – I libri di luglio 2022

Di un mese in cui ci si è sentiti più di là che di qua.

Romanzi

 📚 Lettere tra due mari di Siri Ranva Hjelm Jacobsen (Iperborea – 2018)

Atlantica e Mediterranea si scrivono delle lettere.
Si parla di un cambiamento, di una crudeltà intrinseca alle “creature” che la sorella minore, Atlantica, tenta di perdonare. Il carteggio creato da Siri Ranva Hjelm Jacobsen è potente, le illustrazioni di Dorte Naomi ancora di più. È impossibile non perdersi nella natura leggendo questa poesia.

Quando scaturì la terra e il primo mare fu squarciato, tutta l’acqua lo pianse. Quelle che potevano, tra le nostre sorelle più anziane, si chiamavano a gran voce. Altre furono isolate dalla terra, costrette a vivere appartate, sorde, e a lavorare ere lunghissime per trasmettere i primi, semplici messaggi. 

📚 Nina sull’argine di Veronica Galletta (minimum fax – 2021)

Quando ordini sulla carta Nina sull’argine di Veronica Galletta ti aspetti di leggere dinamiche fin troppo note sull’attualità italiana e invece ti ritrovi sulla tavola un pizzico di romanzo di formazione che dà a questo finalista del Premio Strega un sapore inatteso. Le sensazioni lasciate da una relazione terminata si intrecciano con i timori e l’entusiasmo di un’evoluzione lavorativa, una posizione più interessante ricevuta grazie a quello che può accadere in un ufficio di ingegneri civili in Italia: l’arresto, per corruzione, del proprio capo. In questi capitoli Nina imparerà a entrare in punta di piedi in una comunità che poco comprende la necessità di erigere quel nuovo ponte, scoprendo che per esserne ufficialmente parte dovrà provare quel piatto tipico che proprio non l’attira. Scoprirà come dare il giusto peso alle cose, a mettere argini a fiumi in piena: quelli reali, quando l’acqua irrompe senza chiedere, e quelli della mente, quando i pensieri si arrovellano.

Continua su Gnambook!

Graphic novel & manga

 📚Selvaggia di Rosalia Radosti (ReBelle Edizioni – 2022)

C’è chi ha il coraggio di dire no, di prendere decisioni senza aver paura delle conseguenze. Selvaggia, creata dai magici colori e tratti di Rosalia Radosti, è una tipa tosta: non vuole seguire le regole di corte pur essendo figlia del Re perché l’amore per la natura e la libertà valgono più di qualsiasi pretendente. Eppure a volte credere nei propri principi significa fare scelte difficili, affrontare più ostacoli di quelli che invece si sarebbero sorvolati scegliendo la via più semplice o quella che la società preferisce. E cosa succede poi quando qualcuno si dimostra per quello che non è?

Saggi & No Fiction

 📚Memoria delle mie puttane allegre di Carlotta Vagnoli (Marsilio – 2022)

Il grande insegnamento di queste pagine è che un classico è tale perché in qualsiasi spazio e tempo un lettore saprà ritrovarsi fra le parole e i personaggi inventati. La lettura di Marquez di Carlotta Vagnoli è minuziosa e attenta a scovare in una letteratura del passato la forza che la spinge ogni giorno ad affrontare la realtà: sapere che ci sono donne forti che sono molto di più di ciò che la gente pensa di loro. Come farlo? Cercando nelle letture universali di ieri, le spinte a essere migliori oggi. Segnali dal passato che non sono stati letti e reinterpretarli.

Bonus track

I fell into fantasy!

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...