Leggendo #80 – Cento anni di Vento, di James Joyce e di Dublino

Dubliners 100 è un gioco: lo apri e cerchi di capire cosa fare ad ogni racconto.
Sembra assurdo eppure è così naturale domandarsi da quale parte sia meglio iniziare, quale racconto cominciare a leggere, se lanciarsi nella modernità dei quindici eletti o rimanere attaccati alla tradizione e quindi riprendere fra le mani un’opera che conta ormai cento anni di vita.

Gente di Dublino, dopotutto, è una delle più rocambolesche raccolte di racconti, pubblicata nel 1914 solo dopo innumerevoli rifiuti e bocciature. E se nel 2015 fa ancora un certo effetto sapere che le pagine di James Joyce non furono subito accettate dalle case editrici del suo tempo, Minimum Fax ha ben pensato di portare in Italia il corrispettivo contemporaneo di un’opera senza tempo che, forse ambientazioni a parte, risulta ancora moderna e profondamente vera. Dubliners 100, infatti, è la raccolta di quindici racconti scritti da quindici penne irlandesi dei nostri giorni che, con amore e devozione per il loro avo più famoso nella letteratura mondiale, hanno voluto riprendere i quindici titoli dell’opera originale, Gente di Dublino appunto, e reinventarne tutti i temi adattandoli alla quotidianità dell’odierna Irlanda. Il risultato è un libro direttamente ispirato a uno di quei volumi che tutti dicono di aver letto ma che mai gli hanno donato il tempo e l’attenzione che si merita, me compresa.

È stato solo con Dubliners 100 che ho deciso di cercare fra i miei scaffali la vecchia edizione di Gente di Dublino comprata a una bancarella anni fa, forse addirittura nel 2009, e lasciata sempre a se stessa con i suoi umori grigi e la polvere che sbucava a ogni pagina. L’ho ripreso fra le mani proprio in quest’occasione e per la prima volta nella mia vita ho iniziato a giocare con due libri, contemporaneamente, curiosa di conoscere come Ieri era stato trasformato in Oggi, come Eveline di James Joyce del 1914 fosse stata descritta nel 2014 da Donal Ryan, come I due galanti si sarebbero comportati nel nuovo millennio sotto le direttive di Evelyn Conlon, come Un caso penoso sarebbe stato reinterpretato da Paul Murray con i nuovi incresciosi incidenti che possono accadere nei nostri giorni. E non sai mai se conviene riprendere l’originale o se forse è meglio provare con l’adattamento e cercare poi, fra quelle righe fresche di stampa, ciò che poteva essere accaduto cento anni prima.

E a giocare con i libri e gli scrittori che contano un secolo di differenza si scopre che le persone, nonostante le nuove tecnologie e i nuovi problemi sociali ed economici, non sono poi così differenti da quello che erano e da quello che saranno, che le passioni e i sentimenti saranno sempre i protagonisti delle più folli e istintive scelte di vita e che soprattutto cercheranno sempre e solo la felicità con il rischio di soccombere in disastri emozionali.

Ma protagonista di Dubliners 100 è soprattutto l’Irlanda e tutti i profumi che la caratterizzano: le pagine di James Joyce e dei suoi discendenti sanno di pub, di birra scura e di moquette. Sanno di pullman vecchi e inquinanti, di porti affollati e di gente accalcata in Temple Bar nelle giornate umide e piovose. Sanno di vecchi dischi, di whisky e di legno scricchiolante. Sanno di vento che in questi anni ha continuato a soffiare rendendo il Nord così attraente agli occhi di tutti, con i suoi immensi prati verdi e i cieli azzurri dipinti da nuvole bianche nelle giornate più belle.

E la voglia di partire è compresa nel prezzo, ve lo garantisco.

Annunci

3 thoughts on “Leggendo #80 – Cento anni di Vento, di James Joyce e di Dublino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...