Leggendo #62 – Colazione con la prima Jennifer Egan in una Scatola Nera

Si dice che la notte porti consiglio ma spesso e volentieri, soprattutto nell’ultimo periodo, le mie notti sono semplicemente insonni e piene di incubi. Tutto ciò succede, ovviamente, quando potrei riposare un poco di più, quando svegliandomi vedo il cielo grigio e mi chiedo cosa potrei fare in una mattinata vuota, di domenica, quando tutti si muovono a rallentatore; tutti a parte la mia mente. È così che ho bevuto un the caldo, ho aspettato quel piccolo raggio di sole che illuminasse un poco la giornata e sono corsa in spiaggia con il mio più caro amico e consolatore: il Kindle. Perché, pronta ad aspettarmi fresca fresca di download, c’era nientemeno che Scatola Nera di Jennifer Egan, la spy – story nata e pensata per Twitter e diventata poi un piccolo gioiello edito da Minimum Fax.

Il mare contro gli scogli si sente molto prima di vederlo.

E per una volta avevano ragione tutti quelli che mi consigliavano una scrittrice che ancora non avevo avuto il piacere di conoscere. La prima Jennifer Egan è stata ansiolitica e se la scelta dei 140 caratteri per raccontare una storia sembrava alquanto assurda, pagina dopo pagina ci si accorge presto di quanto sia incredibilmente coinvolgente: ogni minimo dettaglio, ogni piccola parola è stata calibrata e pensata per far crescere nel lettore la suspense senza dimenticare, ovviamente, l’intrigo e la necessità di creare una storia credibile e il meno confusionaria possibile. La lettura, “tweet” dopo “tweet”, diventa piano piano una corsa verso la fine, forse fin troppo vicina, una galoppata che ha lo scopo di conoscere il destino di questa Bellezza che si sta sacrificando per il bene della Nazione, per quell’America assediata dalla minaccia del terrorismo e che ha trovato nella tecnologia e nell’eroismo la via di fuga per la salvezza e la protezione del Paese.

Rifletterai sul fatto che, tornando a casa, dovrai essere la stessa persona che eri quando sei partita.
Rifletterai sul fatto che ti hanno garantito che non sarai più la stessa persona.
Rifletterai sul fatto che hai smesso di essere quella persona ancora prima di partire.
Rifletterai sul fatto che è inutile riflettere troppo.

Ed è così che, in meno di un’ora, ci si ritrova a ridere, pensare, immaginare, stupirsi, librarsi. Perché Scatola Nera di Jennifer Egan è un mix di emozioni e di azioni che lasciano il lettore, soprattutto al primo incontro con la scrittrice, soddisfatto ma assetato, come quando si mangia un brownies appena sfornato e se ne vorrebbe ancora, ancora e poi ancora. Un piccolo assaggio, quindi, che si trasforma presto in un aperitivo e nella grande voglia di divorare tutto ciò che è stato scritto da quella mano leggera ma puntigliosa, una mano pronta a scovare nell’animo umano e in tutto ciò che lo circonda e lo muove.

2014-07-13 12.05.12-2

E credetemi, dopo una colazione così la giornata prende decisamente un’altra piega: provare per credere.

Annunci

6 thoughts on “Leggendo #62 – Colazione con la prima Jennifer Egan in una Scatola Nera

  1. Recensione come al solito illuminante! Posso chiederti se lo consiglieresti in inglese?
    Credo che la formula dei 140 caratteri renda il linguaggio abbastanza semplice, o comunque non troppo arzigogolato, che insomma anche una come me potrebbe comprendere senza problemi! 🙂

    • Grazie cara 💚
      Sai che invece, proprio perché concentrato in 140 caratteri, non saprei se consigliarlo in inglese? Potrebbero scappare dei dettagli illuminanti, alcuni modi di dire che non si sanno e sfuggire così a un piccolo capolavoro! Io ho amato molto la traduzione che rende perfettamente e nonostante il mio recente amore per la letteratura in lingua ho preferito l’italiano!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...