Leggendo #33 – Il Passato per Ritrovarsi (in Portugal)

Quando non sappiamo dove cercare e non ci accorgiamo che tutte le risposte sono proprio dentro di noi, in quello spazietto che ancora non abbiamo guardato. Quando tutto è così difficile e insormontabile e cerchiamo solo una spinta in più che ci rivoluzioni la vita. Quando lottare sembra inutile e invece a volte una soluzione c’è. Perché capita a tutti di ritrovarsi in quel limbo dove non sembra esserci via d’uscita, dove amicizie, lavoro e amore si ingarbugliano e non lasciano via d’uscita. È successo anche a Simon, il protagonista di “Portugal” di Cyril Pedrosa, edito da Bao Publishing. Ma lui, Simon, ha poi trovato la Risposta.. Eccome se l’ha trovata!

“Portugal” inizia con un viaggio e termina con una cartolina. L’andare e tornare, infatti, sono le caratteristiche principali di questa graphic novel che si divide tra Portogallo e Francia. Simon è piccolo quando i genitori lo portano a trovare i parenti lontani, quelli che abitano in Portogallo. Il nonno paterno, infatti, abbandonò la sua terra poco dopo la seconda guerra mondiale per trasferirsi in Francia in cerca di un lavoro. Simon nel frattempo cresce, si appassiona al mondo del fumetto, distaccandosi piano piano da quel padre un po’ ortodosso attaccato solo al mondo del lavoro. Simon va a convivere e la sua donna vorrebbe sposarlo ma ecco che, a un certo punto della sua vita, l’illustratore si ritrova in un limbo, uno stato mentale e fisico che non gli permette di scegliere. Pigro e senza ispirazione, Simon comincia a rimandare ogni piccolo impegno, a chiudersi in un’insicurezza che ostacola le relazioni e la vita stessa. La sua compagna lo abbandona. Il mondo del fumetto e delle pubblicazioni gli chiudono le porte. A Simon serve una spinta e arriva quando meno se l’aspetta.

L’occasione per ripartire da se stesso è proprio un viaggio, una partenza improvvisa che sorprende padre e figlio. Una cugina portoghese, infatti, si sta per sposare e per l’occasione vorrebbe riunire la famiglia divisa fra i due stati. Simon, quindi, si rimette in contatto con il padre e organizza il viaggio, senza sapere che tutto ciò che accadrà in seguito sarà il preludio del suo nuovo Inizio. Il matrimonio dà l’occasione a Simon di conoscere quei parenti che non aveva più rivisto dalla sua infanzia, di innamorarsi del loro accento portoghese e di conoscere il passato della sua famiglia che tutto sommato è anche il suo Passato. D’altronde, non siamo che la conseguenza di ciò che è accaduto prima di noi, non trovate? E via, quindi, sulle note di Maxime Le Forestier e “Education Sentimentale”. Simon torna a disegnare, torna a innamorarsi, torna a curiosare, torna a Essere.

Le linee ingarbugliate di Cyril Pedrosa sono il riflesso dei pensieri di Simon che non riescono a liberarsi, che si intrecciano l’uno con l’altro e cercano vie di fuga nei colori e negli sfondi del Portogallo, il paese d’origine dei suoi avi. Cyril Pedrosa, con i suoi colori caldi, ci regala un paese dove l’amore e l’accoglienza sono al primo posto, ci rende partecipe di una crescita interiore che può arrivare a qualsiasi età e in qualsiasi momento. Cyril Pedrosa, d’altronde, ci dona un tuffo nel passato perché forse il segreto sta nel comprendere cosa è accaduto Ieri. Perché, forse, è capendo le proprie radici che si può capire se stessi e perché, d’altronde, il frutto non cade mai troppo lontano dall’albero. Perché è conoscendo se stessi che possiamo conoscere e interagire con gli altri. E dopotutto, ognuno di noi ha bisogno di cercare il proprio Portogallo.

Annunci

One thought on “Leggendo #33 – Il Passato per Ritrovarsi (in Portugal)

  1. Pingback: Leggendo #150 – Tre ombre | JustAnotherPoint

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...